Un appello per la pace..

 

74286083_105953980851230_6717605043110936576_n

Rilanciamo l’appello di Sinistra Alternativa di Paderno Dugnano per la pace:

 

Cari tutti

c’è stato un tempo in cui le bandiere della pace sventolavano dai balconi del nostro comune. Era il tempo in cui molti speravano di impedire la guerra in Iraq. Poi quelle bandiere si sono scolorite, sporcate, strappate e, una dopo l’altra, sono sparite.

C’è stato un tempo in cui molte donne e uomini di ogni età hanno trovato il coraggio di prendere posizione, di esporsi in prima persona, di compiere chiare mobilitazioni di pace. Poi è venuto il tempo amaro del dolore, della rabbia, della frustrazione e, infine, della rassegnazione.

Da allora l’impegno per la pace nel mondo è stato progressivamente rimosso sia dalla politica che dall’informazione. E persino dall’agenda di tanti partiti, gruppi e organizzazioni. Succede così che preoccuparsi di quello che succede in Afghanistan e in Palestina, in Yemen e in Iran, in Siria e in Libia, in Iraq e in Rojava (Kurdistan), ed in altri luoghi del mondo, preoccuparsi dei morti per fame e per indifferenza, di quelli che finiscono i loro giorni attraversando deserti o nel Mar Mediterraneo è tornato ad essere un affare di pochi. Ecco perché bisogna ritirar fuori le bandiere della pace.

LETTERA APERTA ALLE ORGANIZZAZIONI CULTURALI E POLITICHE DI PADERNO DUGNANO Per dare un colpo allo scetticismo e alla rassegnazione che hanno cementificato molte coscienze.

Non sarà facile convincere oggi gli italiani a ritirar fuori le bandiere della pace. Servirà un grande sforzo. Eppure dobbiamo provarci, tutti insieme. Mettendo a frutto le risorse e le competenze di cui siamo ricchi. Dietro a questa sfida c’è un progetto tanto ambizioso quanto irrinunciabile: realizzare finalmente l’Italia che i nostri padri hanno immaginato e dipinto nella Costituzione. L’Italia che ripudia la guerra, che lotta contro la povertà, taglia le spese militari, investe sull’educazione, rispetta i diritti umani e si prende cura della Terra in cui viviamo. Il problema non è stabilire se ce la faremo ma quello che decideremo di fare. Insieme.

Il prossimo 25 gennaio è stata promossa una giornata di mobilitazione internazionale, indetta dal movimento pacifista USA, contro la guerra di Trump all’Iran per riaffermare il rifiuto alle guerre, per ribadire la vocazione di pace e la solidarietà con le popolazioni in lotta per i propri diritti e le comunità vittime di guerre, violenze, ingiustizie, repressioni, occupazioni.

La giornata di mobilitazione in Italia è promossa da molte realtà associative, sindacali e studentesche, comitati e gruppi locali con iniziative diffuse sui territori. Inoltre c’è l’indicazione di esporre la bandiera della pace nelle sedi, nelle scuole, nei luoghi di lavoro, nelle abitazioni.  A livello locale, speriamo fortemente che tutti organizzino azioni di pace (noi volantineremo al mercato di Palazzolo M. venerdì 24 gennaio).

Con questa lettera non vogliamo, adesso, fissare ne sedi ne date di riunioni, ma avere risposte da tutti dell’importanza di questo problema, sul fatto che occorra umilmente rimettersi al lavoro, creare un coordinamento sul territorio, creare iniziative, creare coscienza trovando occasioni e idee unitarie.

Rimanendo in attesa delle vostre risposte vi salutiamo cordialmente.

SINISTRA ALTERNATIVA     (24 gennaio 2020)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...