Accordo con Just Eat: i riders sono lavoratori dipendenti con i diritti

Dopo lo sciopero del 26 marzo cade il primo muro della «Gig economy»

Dopo cinque anni di lotte uno dei muri nel mondo delle consegne a domicilio tramite algoritmo è crollato.

I riders che lavorano per Just Eat diventeranno lavoratori dipendenti e hanno ottenuto il contratto della logistica.

L’accordo è stato firmato ieri dall’azienda con le categorie di Cgil, Cisl, Uil dei trasporti e dei lavoratori atipici pochi giorni dopo lo sciopero nazionale dei ciclofattorini organizzato dalla rete «Rider per i diritti» venerdì 26 marzo in una giornata di convergenza delle lotte con i lavoratori dello spettacolo e i lavoratori della logistica.

“È un risultato politico e contrattuale significativo e storico”.

Ai lavoratori sono stati riconosciuti tutti diritti, le loro lotte e i loro sindacati li hanno aiutati e per la prima volta è caduto il tabu’ dell’algoritmo “muto e sordo”. Sono lavoratori dipendenti hanno i diritti di tutti i lavoratori.

Anche nella sede americana di Amazon, in questi giorni, i lavoratori hanno scelto di unirsi in sindacato. Un’altra buna notizia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...